In piazza anche contro la guerra in Ucraina

vaiComunicato della Rete No War sulla manifestazione del 17 maggio a Roma e sul Presidio all’Ambasciata Ucraina

Finalmente, una manifestazione nazionale – quella sui Beni Comuni tenutasi a Roma il 17 maggio –  ha visto  la denuncia della guerra,  concretizzatasi (oltre che da uno spezzone del corteo) in un intervento dal palco di un compagno della Rete No War il quale, richiamandosi a quanto già da noi espresso nel comunicato di adesione alla manifestazione, si è soffermato sulla guerra in Ucraina.

Ci auguriamo, quindi, che la giornata del 17 archivi definitivamente quella stagione di opportunismi, scandita dalle numerose manifestazione nazionali nelle quali la parola “guerra” (in particolare quella condotta dai nostri governi contro la Libia e contro la Siria)  non veniva contemplata, verosimilmente per non turbare i rapporti con quelle forze politiche, pur antagoniste, che vedevano nelle aggressioni militari dell’Occidente una “occasione” per buttare giù il dittatore di turno o, addirittura per far sbocciare un’altra “primavera araba”.

La giornata del 17 maggio è stata importante anche per il Presidio contro la guerra in Ucraina, tenutosi nei pressi dell’ambasciata ucraina in Piazza Verdi. Peccato che questo presidio sia stato tenuto praticamente, in contemporanea con la manifestazione dei Beni Comuni, e non si sia articolato (così come era stato suggerito dalla Rete No War) anche con la presenza attiva degli organizzatori del presidio al corteo dei Beni Comuni. Questo ha certamente ridotto l’impatto della denuncia alla guerra (che pur si percepiva presente nella folla del corteo) e ha costretto coloro i quali hanno voluto partecipare ad entrambe le iniziative (tra cui compagni della Rete No War) ad un defatigante attraversamento di una Roma congestionata dal traffico del sabati pomeridiano.

RETE NO WAR

 

Potrebbero interessarti anche...

luiugi ha detto:

CONTRO L'ESPANSIONE DELLA N.A.T.O. IN EUROPA

 

SABATO 31 MAGGIO – ORE 17.30

VIA LUDOVICO DA BREME 11 – MILANO

[TRAM 14 FERMATA V.LE CERTOSA – VIA CASELLA]

PRESIDIO AL CONSOLATO  UCRAINO

 

Siamo contro le stragi di Poroshenko e della sua guardia nazionale al cui interno stanno i neo nazisti.

Siamo con gli antifascisti ucraini che non vogliono il loro Paese servo della N.A.T.O.

L’annessione dell’Ucraina alla N.A.T.O. è un pericolo per tutta l’Europa

Chiamiamo quindi alla mobilitazione tutte le organizzazioni democratiche e i cittadini antifascisti amanti della pace e soprattutto tutti i lavoratori, poiché la guerra è contro il lavoro e tocca ai lavoratori fermarla.

 

 

 

Comitato contro la guerra – Milano

 

Per info: comitatocontrolaguerramilano@gmail.comcomitatocontrolaguerramilano.wordpress.com – cell. 3383899559

 

CONTRO L'ESPANSIONE DELLA N.A.T.O. IN EUROPA

 

SABATO 31 MAGGIO – ORE 17.30

VIA LUDOVICO DA BREME 11 – MILANO

[TRAM 14 FERMATA V.LE CERTOSA – VIA CASELLA]

PRESIDIO AL CONSOLATO  UCRAINO

 

Siamo contro le stragi di Poroshenko e della sua guardia nazionale al cui interno stanno i neo nazisti.

Siamo con gli antifascisti ucraini che non vogliono il loro Paese servo della N.A.T.O.

L’annessione dell’Ucraina alla N.A.T.O. è un pericolo per tutta l’Europa

Chiamiamo quindi alla mobilitazione tutte le organizzazioni democratiche e i cittadini antifascisti amanti della pace e soprattutto tutti i lavoratori, poiché la guerra è contro il lavoro e tocca ai lavoratori fermarla.

 

 

 

Comitato contro la guerra – Milano

 

Per info: comitatocontrolaguerramilano@gmail.comcomitatocontrolaguerramilano.wordpress.com – cell. 3383899559