Appello ai parlamentari del Movimento Cinque Stelle e di Sinistra Ecologia e Libertà. Per dire davvero NO alle missioni militari

diritti-dei-militari-euromilPer la prima volta dopo anni, grazie all’impegno del Movimento Cinque Stelle e di SEL, si è, finalmente riusciti a discutere in parlamento sulle missioni militari all' estero. Un dibattito nel quale sono emerse, tra l’altro pesanti responsabilità dei ministri Mauro e Bonino che, (all’insaputa del parlamento, unico soggetto che può deliberare su questo) impegnano il nostro Paese in Afghanistan dal 1 gennaio 2015 o la verità sulla missione della portaerei Cavour: 5 mesi in paesi africani e mediorientali a promuovere industrie italiane produttrici di armi.

E grazie all’ostruzionismo finora fatto dal Movimento Cinque Stelle e da Sinistra Ecologia e Libertà, l’approvazione del decreto n. del 114 del 10 ottobre 2013 sulle missioni militari da votare entro il 9 dicembre viene messo in forse. Una circostanza resa ancora più probabile dal marasma che sta vivendo il parlamento per la nota faccenda Berlusconi e per l’approvazione della “legge di stabilità”.

In queste ore il Governo per arrivare ad un qualche accordo con le opposizioni e approvare il decreto sta proponendo in commissione (vedi il testo sotto riportato) piccoli miserabili emendamenti che “premiano” le tante ONG, – che entrerebbero così, anch’esse, nel novero delle forze da impiegare e stipendiare nelle missioni”, prima tra tutte quella che si prospetta in Libia. E ciò nella speranza che queste ONG possano convincere Movimento Cinque Stelle e Sinistra Ecologia e Libertà ad un accordo bipartisan e quindi ad una approvazione in Commissione del decreto.

Ci auguriamo che questo non succeda e ci appelliamo ai parlamentari del Movimento Cinque Stelle e a Sinistra Ecologia e Libertà affinchè essi respingano questo accordo e proseguano sulla strada dell’ostruzionismo. Unico modo per impedire il rifinanziamento di missioni che hanno finora comportato, oltre ad indicibili lutti e distruzioni nei paesi aggrediti, una crescente militarizzazione del nostro territorio e sacrifici finanziari al popolo italiano.

 

La Redazione di Sibialiria

 

 

In calce, il verbale stenografico della seduta alla Camera del 27 novembre

 

Sull'ordine dei lavori.

  PRESIDENTE. Adesso dovremmo passare alla trattazione del decreto-legge in tema di missioni internazionali. È giunta alla Presidenza, in via informale, la richiesta di una breve sospensione per riunire il Comitato dei diciotto. Vedo, intanto che il Comitato dei diciotto sta prendendo posto, e chiedo ai relatori Manciulli o Rossi se c’è bisogno di una sospensione. Prego, relatore Maciulli.

  ANDREA MANCIULLIRelatore per la maggioranza per la III Commissione. Signor Presidente, in effetti, chiederei una breve sospensione per riunire il Comitato dei diciotto immediatamente.

  PRESIDENTE. Dieci minuti, un quarto d'ora va bene ? Sospendo, dunque, la seduta per quindici minuti. La seduta riprenderà alle 12,05…

  ARTURO SCOTTO. Chiedo di parlare.

  PRESIDENTE. Ne ha facoltà.

  ARTURO SCOTTO. Signor Presidente, siamo d'accordo con la sospensione, auspichiamo, però, che questa sospensione sia produttiva dal punto di vista politico e dal punto di vista del miglioramento di questo decreto, altrimenti rischia di essere un'ennesima melina rispetto ad un provvedimento che ha avuto un percorso parlamentare un po’ spezzettato.

  PRESIDENTE. Sospendo, dunque, la seduta, che riprenderà alle ore 12,05.

  La seduta, sospesa alle 11,50, è ripresa alle 12,10.

1670-A)(Rinvio in Commissione del disegno di legge di conversione n.

  PRESIDENTE. Ha chiesto di intervenire il deputato Domenico Rossi, in qualità di Relatore per la IV Commissione. 
Ne ha facoltà.  

  DOMENICO ROSSIRelatore per la maggioranza per la IV Commissione. Signor Presidente, sentito il Comitato dei diciotto, che si è espresso favorevolmente all'unanimità, chiedo di poter rinviare il decreto-legge all'esame in Commissione, tenuto conto che, nel corso dell'esame in Commissione e di quello in Assemblea, sono intervenute delle riformulazioni o delle richieste che sono state accolte e che, evidentemente, necessitano di essere trascritte in un testo ufficiale base che accolga tutte queste osservazioni. In particolare, mi riferisco, per quanto riguarda le osservazioni relative alla Commissione bilancio, ad una richiesta accolta di incrementare i fondi relativi alle associazioni; mi riferisco ad una richiesta accolta sempre favorevolmente con riformulazione di inserire nella missione per la Libia, oltre al personale militare, anche personale civile e mi riferisco alla possibilità di avere una rendicontazione dettagliata delle singole missioni al fine di mettere il Parlamento nelle migliori condizioni di poter giudicare, specialmente in previsione del provvedimento del 2014. A questo, aggiungo che ci sono stati anche due emendamenti, sempre in Commissione, relativi a dare una maggiore pubblicizzazione e trasparenza sulle missioni. 
In relazione a questi cinque punti che sono stati esposti, chiedo il rinvio in Commissione per elaborare un testo che accolga tutte queste osservazioni e ovviamente lo sottopongo al voto dell'Assemblea.  

  PRESIDENTE1670- A, recante la conversione del decreto-legge in materia di proroga delle missioni internazionali, nei termini rappresentati dal relatore per la maggioranza della Commissione Difesa, chiedo quale sia l'orientamento del relatore di minoranza, ai sensi dell'articolo 86, comma 7 del Regolamento.  . Sulla richiesta di rinvio in Commissione del disegno di legge n.
Chiedo quindi un'opinione sul rinvio in Commissione del decreto-legge al relatore di minoranza, Gianluca Pini.  

  GIANLUCA PINIRelatore di minoranza. Sono favorevole, signor Presidente.

  PRESIDENTE. Quindi, sulla richiesta di rinvio in Commissione del provvedimento, nei termini rappresentati dal relatore, darò la parola ad un oratore contro e ad uno a favore, per non più di cinque minuti ciascuno, ai sensi dell'articolo 41, comma 1, del Regolamento. 
Nessuno chiedendo di parlare contro o a favore, passiamo ai voti.   
1670-A, recante la conversione del decreto-legge in materia di proroga delle missioni internazionali, nei termini rappresentati dal relatore per la maggioranza della Commissione difesa.  Pongo in votazione, con il procedimento elettronico senza registrazione di nomi, la proposta di rinvio in Commissione del disegno di legge n.  
  (È approvata).

La Camera approva per 450 voti di differenza.   
Sospendo quindi la seduta che riprenderà alle ore 15, dopo la Conferenza dei Presidenti di gruppo.   

 

Potrebbero interessarti anche...

pietro ha detto:

lotta comunista contro le centrali imperialiste.bloccare i convogli di carico armi verso i paesi a cui la borghesia internazionale e italiana fa guerra

pilar ha detto:

soldi per la vita civile non per le distruzioni militari

Patrick Boylan ha detto:

Dal verbale stenografico della seduta alla Camera del 27 novembre, si evince l'ipotesi di una compravendita di voti o, comunque, di un do ut des.  Altro che Scilipoti.

In pratica il Relatore per la maggioranza sembra chiedere ai parlamentari contrari al rifinanziamento delle missioni militari: "Turate il naso e votate il proseguimento della nostra partecipazione alla guerra in Afghanistan e (per procura)  alle guerre in Siria/Iraq/Libia, e noi daremo dei soldi alle associazioni a voi vicini, per andare in questi paesi dopo i bombardamenti a mettere dei cerotti sui sopravvissuti.  Ma, per favore, non intralciate le nostre operazioni di guerra o i nostri rifornimenti di armi a chi fa la guerra per noi."

SEL, M5S, resistete!  Anzi, denunciate il tentativo di comprarvi!